Hannover Fairs International / Fiera di Hannover
Seguici su
  • 0

INTERSCHUTZ 2022 (20 – 25 giugno)

Hannover. Le organizzazioni di protezione civile sono più che mai attive. Capita sempre più spesso che, ai loro interventi nella vita di ogni giorno, Vigili del Fuoco e altre organizzazioni come – per rimanere in Germania – l’Agenzia federale per il soccorso tecnico (THW), la Società per la protezione della vita (DLRG), la Croce Rossa (DRK), l’Ordine di San Giovanni (JUH), il Corpo di soccorso dell’Ordine di Malta (MHD) e la Federazione dei Lavoratori samaritani (ASB) debbano entrare in azione per interventi di grande portata. Il numero e l’entità degli interventi sono in crescita sia per effetto della pandemia da Coronavirus che per disastri alluvionali, incendi boschivi o per l’emergenza rifugiati. Ed è sempre più richiesta una riconsiderazione della natura e del ruolo della protezione civile, e del supporto che essa richiede. La Bassa Sassonia, ad esempio, ha annunciato proprio di recente che nei prossimi tre anni intende investire 40 milioni di Euro in più nella protezione civile.

INTERSCHUTZ offre agli addetti ai lavori la migliore opportunità per confrontarsi su idee e soluzioni. E allo stesso tempo consente alle organizzazioni coinvolte di dimostrare a visitatori di tutto il mondo le loro capacità e le sempre più gravose sfide da affrontare.

Simposio sulla prevenzione delle crisi: esperti a confronto per due giorni

Al centro dell’attenzione di questo simposio ci saranno la protezione civile in un contesto transnazionale e le condizioni meteorologiche estreme. L’evento, organizzato dalla casa editrice tedesca Beta per il 21 e il 22 giugno, è rivolto prevalentemente a responsabili di enti e organizzazioni preposti alla sicurezza, al corpo dei vigili del fuoco e a organizzazioni di soccorso. Si potrà partecipare, pre-registrandosi, presentando il biglietto di ingresso a INTERSCHUTZ. Interventi e dibattiti si svolgeranno nel quartiere fieristico, presso la sala 2 del Convention Center. Per ulteriori informazioni sul programma e su come registrarsi: http://www.cp-symposium.de/.

Breve panoramica su alcuni dei protagonisti ideali, non commerciali, della protezione civile e sulla loro presenza alla prossima INTERSCHUTZ

I vigili del fuoco

L’Associazione tedesca dei vigili del fuoco (DFV) rappresenta gli interessi di circa 1,3 milioni di appartenenti ai corpi volontari, giovanili, professionali e aziendali che operano in 32.000 tra caserme e depositi di attrezzature esistenti in tutta la Germania e sarà presente in fiera al padiglione 27, stand D38. Parallelamente a INTERSCHUTZ, DFV organizza la 29esima Giornata tedesca dei Vigili del Fuoco in collaborazione con il Land della Bassa Sassonia, con l’Associazione dei Vigili del fuoco della Bassa Sassonia, con la Città di Hannover e con i Vigili del fuoco di Hannover. L’evento si protrarrà per sei giorni all’insegna dello slogan “Vivere in sicurezza” (‟Sicherheit.Leben”). Interessanti contributi sul tema della Protezione Civile verranno sicuramente dal Congresso sul futuro dei vigili del fuoco, in calendario giovedì 23 giugno presso la Sala 3 del Convention Center, nella cui cornice si discuterà in primo luogo di come far crescere la resilienza nella popolazione. Sono invitati a partecipare attivamente al dibattito soprattutto giovani di tutti i settori della sicurezza.

Oltre a DFV e alle Associazioni dei Vigili del fuoco del Land Bassa Sassonia, anche altri numerosi corpi singoli di vigili del fuoco coglieranno l’occasione di INTERSCHUTZ per dare dimostrazione della loro realtà. Tra di essi, ad esempio, i Vigili del Fuoco di Hannover (Padiglione 12/B348), di Berlino (Padiglione 12/C10) e di Dortmund (Padiglione 17/D06), i Vigili del fuoco volontari di Bünde (Padiglione 12/E82) e di Werl (Padiglione 27/B59), l’Associazione dei vigili del fuoco della città di Augsburg (Padiglione 12/G46) e il Gruppo di lavoro dei comandanti dei vigili del fuoco professionisti (AGBF bund) presso lo stand congiunto con l’Associazione tedesca per la protezione antincendio (vfdb) (Padiglione 13/D50).

Agenzia federale per il soccorso tecnico (THW)

Allo stand THW (Padiglione 17/D42) gli ultimissimi sviluppi della robotica e il prototipo di una barca pontone daranno una chiara idea di come la protezione civile si muoverà in futuro. Composta da più moduli, la barca pontone può essere ampliata con grande flessibilità consentendo anche l’allestimento di piattaforme di lavoro e ponti galleggianti. Il THW presenterà inoltre un drone nato da un progetto di ricerca per il salvataggio di persone in mare o in aree alluvionate.

THW farà luce anche sulle nuove possibilità di intervento che si offrono in questo ambito con il cosiddetto “Fachzug Logistik” e con centri logistici di nuova concezione. Verrà infatti presentata l’officina mobile del Gruppo logistico di gestione dei materiali: un container da 6 metri che può essere posizionato nei pressi dell’area di intervento ed è pienamente attrezzato per la riparazione di veicoli e attrezzature. I container-officina, così come i ponti di supporto logistico Mabey, sono stati usati in Germania dopo le alluvioni dei fiumi Ahr ed Erft nel luglio 2021. I visitatori della fiera potranno percorrere una sezione lunga nove metri di questo nuovo tipo di ponte e farsi un’idea concreta delle dimensioni delle soluzioni di soccorso allestite dal THW negli scorsi mesi.

Grande interesse riscuoteranno sicuramente i moduli “High Capacity Pumping” (HCP) e “Unità idraulica a impiego rapido per l’estero” (SEEWA) che, proprio accanto allo stand THW, occuperanno un’area condivisa con la Società tedesca per la protezione della vita (DLRG). Verrà presentato il “Flood Rescue Using Boat” (FRB) Modulo EU 17, che il THW gestisce con DLRG: un modulo per interventi di soccorso in zone alluvionate di altri Paesi europei rispetto alla Germania che è operativo dal 2020.

Società tedesca per la protezione della vita (DLRG)

Allo stand DLRG (Padiglione 17 /D58) i visitatori potranno informarsi sulle molteplici possibilità di intervento della più grande organizzazione di volontariato al mondo che si occupi di soccorso in acqua. “Il disastro alluvionale della scorsa estate nei Länder Renania Settentrionale Vestfalia e Renania Palatinato ha dimostrato che non tutti sanno quello che DLRG è in grado di fare a livello di protezione civile”, afferma Ute Vogt, Presidentessa dell’Associazione. INTERSCHUTZ è la piattaforma ideale per farlo sapere.

Nel loro stand i soccorritori acquatici illustreranno diversi scenari di intervento, tra i quali la messa in sicurezza di dighe e argini. Mostreranno inoltre come avviene la ricerca di persone in acqua con la localizzazione biologica (attraverso il fiuto dei cani di salvataggio) e tecnica (per mezzo di droni e sonar) e illustreranno i processi di elaborazione di geodati.

Verrà inoltre dettagliatamente presentata la componente operativa del soccorso in acque correnti. “Durante l’emergenza del luglio 2021 i nostri soccorritori erano spesso i soli presenti sul posto e hanno potuto salvare la vita a molte persone”, dice Ute Vogt. Le squadre di intervento formate per il salvataggio in acque correnti rapide hanno tutte le capacità e le attrezzature necessarie per raggiungere rapidamente le persone intrappolate.

Croce Rossa Tedesca (DRK)

La presenza della Croce Rossa Tedesca a INTERSCHUTZ (padiglione 17/B58 e B06 e padiglione 26/G29) si propone di illustrare il quadro generale della protezione civile e del complesso sistema di assistenza. Sarà dedicata particolare attenzione ai sempre più diffusi interventi di cura. La presentazione spazierà da ambiti tematici quali soccorso di emergenza, servizio di assistenza allargato e protezione civile al vasto approccio a livello locale e su base di volontariato, a livello circondariale, regionale e federale. Per la presentazione saranno utilizzati anche elementi di realtà virtuale.

Ordine di San Giovanni (JUH)

I visitatori potranno vedere simulazioni in realtà virtuale in tema di servizi di soccorso e di protezione civile anche allo stand dei cosiddetti “Giovanniti”, i membri dell’opera di soccorso dell’Ordine di San Giovanni, la Johanniter-Unfall-Hilfe. Verrà presentato anche un nuovo veicolo attrezzato (“Sanität”). Lungo circa 8 metri, largo 2,3 e alto 2,75, il nuovo mezzo, che pesa 10 tonnellate, è stato adattato in modo ottimale per poter caricare tutto il materiale necessario per un intervento. Sarà anche possibile salire su uno di questi mezzi montati su telaio MAN.

Un altro highlight dello stand di oltre 800 metri quadrati dei Giovanniti (padiglione 26/C29 e F13) sarà il progetto “Anti-curiosi” avviato nel 2021, che, per salvare vite umane, si prefigge di evitare che sul luogo di un incidente si formino code di curiosi. A tale scopo l’organizzazione fa uso di enormi QR Code dal design moderno, che vengono applicati ad esempio, con grande visibilità, sulle sue ambulanze. Se il cellulare di un curioso riprende l’ambulanza, la fotocamera riconosce immediatamente il QR Code e porta l’utente sulla pagina web www.gaffen-toetet.de, dove compare la scritta “Attenzione! Fermarsi a guardare uccide! Può ostacolare le squadre di soccorso e diventare un reato”. Il progetto pilota sarà illustrato dalla Scuola superiore di Scienze umane Akkon.

Oltre a proporre altri prodotti come un drone, ad accettare sul posto adesioni per una collaborazione regolare o su base di volontariato e a proporre un altro paio di sorprese, i ‟Giovanniti” saranno a disposizione anche per momenti di confronto sulla protezione civile con responsabili politici dei Länder federali e dei comuni. Quest’anno ricorre peraltro il 70esimo anniversario della fondazione della Johanniter-Unfall-Hilfe e.V.

Ufficio federale per la protezione civile e l’assistenza in caso di catastrofi (BBK)

Il BBK presenterà, con i suoi partner di progetto DRK, ASB, DLRG, JUH e MHD, il progetto pilota “Labor Betreuung 5.000” (che si pone come obiettivo l’accoglienza e la cura di fino a 5.000 persone con la creazione di una specie di cittadina provvisoria) e la “Riserva federale di aiuti per la protezione civile” ad esso collegata.

La riserva federale, al momento in fase di definizione, prevede fino a dieci “moduli mobili” attraverso i quali le persone potranno essere accolte e assistite in tempi brevi, in contemporanea e con la garanzia di ampia autosufficienza, per un arco di tempo che può arrivare fino a un anno.

Allo stand BBK i visitatori potranno informarsi sul progetto, sulle prove finora fatte e sui primi risultati ottenuti. Sarà inoltre possibile vedere i primi materiali e le prime attrezzature acquistati, che prevedono ad esempio cucine portatili e articoli sanitari. È prevista anche un’area conferenze dove saranno presentati il modulo e le prime esperienze concrete.

Organizzazioni di aiuto internazionali – aiuti mondiali

Oltre alle molte organizzazioni nazionali, a INTERSCHUTZ si presenteranno anche diverse reti e istituzioni internazionali come l’associazione @fire (padiglione 17/A18), che dispone di forze speciali sempre pronte a intervenire, che vengono inviate in missione in tutto il mondo, ad esempio dopo disastrose catastrofi naturali. Obiettivi principali di @fire sono la lotta agli incendi boschivi e la ricerca e il salvataggio di dispersi dopo i terremoti (USAR). @fire è membro dell’organismo delle Nazioni Unite per gli affari umanitari INSARAG (International Search and Rescue Advisory Group) e interviene insieme ad altre organizzazioni di soccorso. A INTERSCHUTZ chiunque sia interessato potrà informarsi sulle possibilità di contribuire agli aiuti mondiali per le catastrofi.

×