Sostenibilità su Strada: i Pneumatici Green per Veicoli Elettrici

Nello scenario della mobilità sostenibile, l’unione tra pneumatici green e auto elettriche rappresenta la sfida del futuro.

Questo articolo approfondirà il ruolo cruciale di pneumatici innovativi per i veicoli elettrici nel perseguire la sostenibilità. Inoltre, esploreremo le nuove frontiere della progettazione e produzione di pneumatici, delineando il percorso verso un’era automobilistica più efficiente e responsabile.

In confronto alle automobili a combustione, la tecnologia di trazione elettrica comporta una diminuzione del rumore del motore, delle emissioni, dei requisiti di manutenzione e dei costi operativi. Tuttavia, a causa delle batterie, le auto elettriche sono soggette ad un notevole aumento del peso complessivo che grava sui pneumatici, che si usurano più facilmente e, di conseguenza, inquinano maggiormente. Per questo sono nati i Pneumatici green dedicati alle auto elettriche.

Pneumatici Green: Un Passo Decisivo verso la Sostenibilità 

I pneumatici green rappresentano un elemento chiave nella trasformazione della mobilità. Attraverso l’adozione di materiali ecocompatibili e tecnologie avanzate, questi pneumatici non solo riducono l’impatto ambientale ma migliorano anche le prestazioni di guida. 

Esploriamo il modo in cui la green technology sta rivoluzionando la progettazione, dal tread design alle pratiche di riciclo.

Gli Pneumatici per la Auto Elettriche

Gli pneumatici destinati ai veicoli elettrici devono affrontare una duplice sfida: trasportare carichi più pesanti e resistere alla coppia motrice istantanea, che usura gli pneumatici più velocemente. Di conseguenza, si rende necessaria un’ottimizzazione della struttura della carcassa e della composizione della mescola per conferire maggiore robustezza.

Nella auto elettriche l’aumento della massa e dell’inerzia si traduce in uno spazio di frenata prolungato: per questo lo pneumatico deve avere maggiore aderenza. La coppia motrice istantanea, l’aumento del peso, la necessità di un’autonomia più lunga e di minori emissioni amplificano la richiesta di una ridotta resistenza al rotolamento. Di conseguenza, gli pneumatici progettati per le auto elettriche promuovono una guida più scorrevole, efficiente dal punto di vista energetico e a impatto ambientale ridotto.

La resistenza al rotolamento è importante quando si parla di pneumatici per veicoli elettrici. Una minor resistenza al rotolamento aumenta la durata dell’autonomia e migliora anche l’efficienza e la sostenibilità complessiva del veicolo. 

Produzione Responsabile: Quali sono gli pneumatici ecologici e come riconoscerli

Gli Pneumatici, all’interno dell’Unione Europea, vengono classificati con un’etichetta dalla classe A alla E. Questa classificazione serve a dare informazioni sulle prestazioni degli pneumatici su strade bagnate e sull’efficienza in termini di consumi, in base alla resistenza al rotolamento offerta dalla gomma. Altre informazioni includono il livello di rumorosità, definito dalle classi A a C, e la compatibilità durante la guida invernale.

Gli pneumatici di fascia alta contibuiscono a una minor produzione di CO2, assicurano consumi più contenuti e portano a un significativo risparmio sui costi del carburante. Si stima che uno pneumatico di classe A possa ridurre il consumo di benzina del 7,5% rispetto a uno pneumatico di classe E. Questi benefici si riflettono anche nei costi di manutenzione del veicolo. Alcune aziende identificano i loro pneumatici ecologici con marchi distintivi come Green o Eco, sottolineando il loro impatto ambientale ridotto.

Un’altra caratteristica riportata sulle gomme è la rumorosità, espressa in decibel, che indica il livello di inquinamento acustico generato dal rotolamento della gomma sull’asfalto. 

Anche la produzione è diventata più attenta alle tematiche della sostenibilità: i produttori di pneumatici si stanno concentrando sulla produzione di pneumatici ecologici con un impatto ambientale sempre più ridotto

Questi pneumatici sono progettati per mitigare l’inquinamento e conformarsi alle rigorose normative europee, introducendo soluzioni innovative che promettono di rivoluzionare il panorama del trasporto su strada grazie alle nuove tecnologie.

Un esempio di pneumatico eco è quello senza camera d’aria,che sarà disponibile sul mercato a partire dal 2024. Questi pneumatici sono concepiti per essere accoppiati alle nuove auto elettriche, contribuendo a ridurre l’impronta ecologica complessiva dei veicoli a zero emissioni dirette. Si tratta di pneumatici connessi, che garantiscono sicurezza ed ecocompatibilità totale, azzerano anche il rischio di forature.

Scopri le prossime fiere sulla Mobilità Sostenibile

Articoli correlati